INTRODUZIONE ALLA PSICOLOGIA GIURIDICA

Oltre all’ambito squisitamente clinico di cui mi occupo dal 2003, come Psicologa e dal 2008 come Psicoterapeuta Cognitivo – Comportamentale (Specializzazione quadriennale post-lauream) nel 2007 mi sono affacciata all’ambito psicoforense.

La perizia psicologica è un’indagine di tipo conoscitivo, che spesso viene rilasciata in forma scritta. Questa perizia viene richiesta da un committente che necessita di tale parere specialistico su una questione psicologica. Il richiedente può essere sia il giudice, che le parti, siano esse avvocati di accusa e difesa, che il Pubblico Ministero.

CTU

Consulenza Tecnica di Ufficio (in ambito civile) o Perizia (in ambita penale); viene richiesta dal Giudice che pone al consulente/perito da lui stesso scelto, degli specifici quesiti la cui risposta specialistica può aiutarlo nella presa di decisione finale.

CTP

Consulente Tecnico di Parte; viene assunto dalla parte, sia essa accusa, difesa, o Pubblico ministero per aiutare il CTU/Perito a svolgere la propria indagine per il Giudice e garantire alla parte che tale approfondimento sia condotto in maniera equa e con strumenti conoscitivi adeguati.

I consulenti di parte verificano la correttezza, formale e sostanziale del’operato del Consulente d’Ufficio; suggeriscono, indicano e richiedono al CTU le azioni da intraprendere, le operazioni da svolgere e le eventuali ulteriri aree da sottoporre ad indagine.

Il Consulente di Parte, deve poi lavorare con il cliente affinchè sappia esporre nella maniera più chiara la propria versione dei fatti di fronte al Consulente Tecnico d’Ufficio.

Qualora il CTP non sia d’accordo con le strategie o le modalità di gestione dell’indagine da parte del CTU, egli deve mostrare il proprio dissenso ed invitare il CTU a rivolgersi al Giudice affinchè fornisca indicazioni adeguate, oppure rivolgersi al legale di parte affinchè lo rappresenti di fronte al Giudice. Il CTP deve esporre chiaramente le proprie deduzioni e richieste dell’indagine in corso, di modo che il CTU possa includerle e tenerne conto  nella stesura della relazione che consegnerà al Giudice. Quando il Consulente di Parte non è d’accordo con le conclusioni del Consulente d’Ufficio, consegna alla propria parte una propria relazione che contenga le controdeduzioni dell’indagine svolta.