IL DISTURBO DA DESIDERIO SESSUALE IPOATTIVO

È un disturbo caratterizzato da una ricorrente e persistente assenza di fantasie sessuali e desiderio di attività sessuale. Il  giudizio di carenza o assenza viene fatto dal clinico, tenendo conto dei fattori che influenzano il funzionamento sessuale, come l’età e il contesto di vita del soggetto.

Questa condizione, affinché sia possibile formulare la diagnosi, deve causare notevole disagio o difficoltà interpersonali; non deve essere concomitante ad un altro disturbo, se non della sfera sessuale (per esempio non si pone diagnosi nel caso di una concomitante Depressione Maggiore) e non deve essere dovuta all’assunzione di determinati farmaci o droghe, nonché ad una condizione medica generale.

Quando il clinico fa la sua diagnosi dovrà specificare se il disturbo è di:

– Tipo permanente

– Tipo acquisito;

di

– Tipo generalizzato

– Tipo situazionale;

e

– Dovuto a fattori psicologici

– Dovuto a fattori combinati

Le CAUSE DEL DISTURBO DA DESIDERIO SESSUALE IPOATTIVO possono essere:

INDIVIDUALI

– Convinzioni religiose.

– Personalità ossessivo-compulsiva.

– Disturbi dell’identità di genere o di orientamento sessuale.

– Fobie sessuali specifiche.

– Timore di perdere il controllo.

– Paura della gravidanza.

– Sindrome del vedovo.

– Preoccupazioni per l’invecchiamento.

– Fattori legati allo stile di vita, come stress e affaticamento.

o RELAZIONALI

– Mancanza di attrazione verso il partner.

– Scarse abilità sessuali del partner.

– Differenze circa il grado di vicinanza ottimale reciproca.

– Conflitti coniugali.

– Soluzioni passivo-aggressive degli squilibri di potere.

– Incapacità di fondere i sentimenti d’amore con il desiderio sessuale.

IL TRATTAMENTO

Prevede alcune pratiche specifiche che hanno lo scopo di rimettere in funzione la sessualità ed il desiderio, ridurre l’ansia da prestazione, scoprire nuovamente….o per la prima volta le zone erogene, migliorare la comunicazione tra i partner circa la propria sessualità, ridurre la fobia specifica.

Si sono dimostrate efficaci la focalizzazione sensoriale e l’esposizione graduata.

TORNA ALL’ELENCO DEI DISTURBI SESSUALI

TORNA ALL’INTRODUZIONE DEI DISTURBI SESSUALI

You may also like...